domenica 28 marzo 2010

Del sacrosanto lavoro

Mentre navigavo sul web cercando qualche spunto per una buona ricettina originale, sono finita casualmente su questo annuncio professionale altamente qualificato:

Voi lo sapete bene ormai che io campo solo con la pensione di reversibilità della buonanima del mio compianto marito, il Capitano Privitera. E la social card non mi aiuta per niente. Avete idea di quanto costa un fiaschetto di grappino di buona qualità al giorno d’oggi?

Così mi sono detta: perché non rispondere all’annuncio? Possiedo tutti i requisiti:

  • di bella presenza (faccio ancora la mia porca figura, no?)
  • 19-35 anni ( è vero che ne ho compiuti 87 da poco. Però con un po’ di bianchetto e una biro nera, l’età sul documento la posso modificare a mio piacimento)
  • con esperienza (e vi ricordo che io, in quanto ad esperienze, non sono seconda a nessuno!)
  • non conoscente la lingua italiana (modestamente, come lo storpio io l’italiano, nessun altro ne è capace)

Ho allegato il mio sterminato curriculum vitae (come dicevano i latini più smaliziati) insieme a una delle migliori foto che avevo nell’album di famiglia perché ci tengo a fare bella figura:

Dite che mi assumeranno?
Per scaramanzia sto incrociando le dita dei piedi!

sabato 20 marzo 2010

Nonna Lola in 3D

Cari nipotini miei,
avrete ormai notato che io sono una vecchina all'antica ma che per certe cose so comunque stare al passo coi tempi.
Per questo vi presento il mio primo video in 3D: inforcate gli occhialini e gustatevelo, magari davanti un bel chilo abbondante di popcorns alla besciamella!
Post Scriptum (come dicevano i latini più smaliziati):
Ringrazio la mia cara nipotina Pitufa che mi ha filmato col suo fedele telefonino.
Purtroppo alcune scene sono state giudicate troppo discinte dalla censura italiana e non sono state pubblicate (non capisco proprio cosa ci sia di osceno nel vedermi cavalcare nuda uno stallone nero sotto la pioggia mentre mangio un calippo alla banana e mi titillo voluttuosamente i capezzoli!)
L'Italia è proprio un paese di bigotti, non c'è che dire!

martedì 16 marzo 2010

discintamente ringrazio

Buongiorno a tutti gioie care!

Volevo ringraziare tutti gli intervenuti alla mia festicciuola di compleanno della settimana scorsa.
Il night clubs era gremito di tanti cari amici e amiche che non ci credevo manco io.

Il momento più bello della festa è stato senza dubbio quando si sono spente le luci ed è entrata la torta gigante con 87 candeline e appena io ho soffiato, per spengerle, è saltato fuori dalla torta quello spogliarellista supermacho che mi ha presa in braccio e mi ha portato nel privè dove non vi racconto cosa è successo.

Inoltre, un sentito grazie per tutti i regali in busta che ho ricevuto. Ho racimolato circa 50.000 euri!
Per una vecchina come me è davvero una boccata d'aria fresca, visto che vi ricordo che io campo con la reversibilità del mio compianto marito, il Capitano Privitera.
Ovviamente conto di spendere saggiamente questo tesoretto: infatti ho già prenotato l'aereo per Las Vegas dove, come farebbero i giuocatori più smaliziati, punterò l'intiera somma sul 32 rosso della roulette.

E se sbanco il casinò mi compro un bell’atollo nel pacifico e arrivederci a tutti, gioie!

venerdì 12 marzo 2010

Casa Mia

Buongiorno miei cari nipotini,
Quest’oggi voglio ringraziare Marchetto Idraulico Perfetto per aver finalmente montato quello sciacquone super-potenziato a iniezione turbo di marca “Sucameli Apparecchiature Idrauliche” che mi aveva promesso.

Con quello vecchio dovevo tirare la catena almeno tre o quattro volte, perché l’acqua scendeva piano piano.

E invece adesso guardate com’è potente!

Funziona davvero!

P.S. Io sono venuta molto bene in questa foto, vero?
Nonno Riccardino invece un po’ meno.
Non sorrideva.

martedì 9 marzo 2010

La Posta del Cuore

Anche questa settimana, cari amici, riapriamo lo spazio dedicato alle vostre letterine.
Mettendo a frutto la mia secolare esperienza dirimerò ogni dubbio e ogni perplessità in campo amoroso e non. Dunque scrivetemi fiduciosi che io ho sempre una risposta per tutto e questo perché vi ricordo che io sono nata imparata!

posta
Mi scrive oggi la signorina Ugo da Vercelli:

Cara Nonna Lola,
Mi chiamo Ugo ma mi faccio chiamare da tutti Samantha!!!
Non so perché ma, sin dalla mia nascita, ho sempre sentito di avere qualcosa in più e due cose in meno.
Ciò mi causa disagio, inoltre non capisco che c'è di male a 45 anni a volersi ogni tanto mettere una parrucca bionda, le calze a rete e i tacchi a spillo, truccarsi un po’ e provare tutti i vestiti dell'armadio di mammà!!!
Una volta lei mi ha scoperto e mi ha sculacciato dicendomi: "non si fa, non si fa".
Nonna Lola, illuminami con la tua saggezza: col vestito rosa posso metterci le decolté nere???

Tuo Ugo
(per gli amici Samantha!)

Risponde Nonna Lola:

Cara/o sig./sig.ra/sig.na Ugo/Samantha,
Mammà ha fatto più che bene a dartele di santa ragione: non mi sembra proprio il caso di indossare i suoi abiti.
Pensaci bene: a 45 anni non puoi mica andartene in giro conciata come una settantenne! Prova invece ad indossare qualcosa di più consono alla tua età.
La parrucca bionda poi è demodé (come dicono i francesi più smaliziati). Ti consiglio invece un bel caschetto nero (tipo Valentina di Crepax) che acchiappa sempre tantissimo i pervertiti in circolazione.
E parlo per esperienza personale, giacché mi pregio di indossarne uno così anch’io quando vado al night club il sabato sera.
E non torno mai a casa da sola, io!

Dolcemente tua,
Nonna Lola

giovedì 4 marzo 2010

Dell’informatica

Buongiorno a tutti, gioie care,
Questa settimana è stata terribile, il computer ha iniziato a fare i capricci e si accendeva e si spegneva ogni due minuti, così ho chiamato mia nipote Pitufa che ci sa fare con internet e lei mi ha detto che mi ero beccata un brutto virus al computer.

Io ho cercato in tutti i modi di togliergli ‘sto virus, ma era talmente resistente che non gli passava nemmeno con la tachipirina e gli antibiotici.
Alla fine mi sono trovata costretta a portare questa diavoleria moderna in assistenza, dove un simpaticissimo e aitante tecnico informatico molto dotato si è dato da fare per aggiustarlo.
Io nel frattempo mi sono data da fare con lui, e questo mi ha permesso di avere un notevole sconto sulla parcella della riparazione che, beninteso, prima o poi devo ricordarmi di pagare.
Che volete farci? Alla mia età la memoria va e viene, specie quando mi fa comodo.

P.S. Sarà che sono solo una vecchietta all’antica, ma secondo me (come diceva il Sommo Vate)  si stava meglio quando si stava peggio e cioè devo dire che preferivo quando tutta questa tecnologia non esisteva e le informazioni non si condividevano sui blogs on line ma si comunicava in altro modo, tipo spettegolando dal parrucchiere.

Si è verificato un errore nel gadget

Nonna Lola

Post più popolari