venerdì 29 aprile 2011

Le Nozze del Secolo

Gioie care, torno adesso appanzatissima dal matrimonio del secolo. E non mi riferisco a quello della figlia della parrucchiera che è rimasta incinta dal suo professore di ginnastica ma, avrete capito a quello di Kate e William.

Mi pregio difatti di essere stata invitata alle nozze come testimone giacché, essendo stata in gioventù compagna di stanza al college della cara Elisabetta (che tra parentesi non tirava mai la catena dello sciacquone in bagno), sono sempre stata di famiglia in casa Windsor.

L’è che a questo matrimonio non potevo di certo mancare anche se francamente non sarei dovuta andare per ragioni di risentimento personale. Vi dico in confidenza (ma non raccontatelo in giro che Kate potrebbe restarci male) che William è da sempre stato innamorato di mia nipote Pitufa e un tempo ebbero anche una specie di storia d’amore sfociata poi in una gravidanza isterica di quella svampita di mia nipote. Gravidanza isterica sfociata poi in un aborto isterico al terzo mese.

Devo riconoscere che Pitufa è sempre stata isterica, in fondo.

Comunque agli sposi ho donato un bellissimo frullatore che avevo a casa da Natale, regalatomi da quel tirchione di mio fratello Lillo. Siccome era difettato, che come riscalda un poco si spegne, ho ben pensato di liberarmene riciclandolo per l’occasione. Tanto non ce la vedo Kate che si mette a preparare i frullati, non lo scoprirà mai.

Ma la parte più bella della cerimonia è stata la festa in sala, organizzata da “Titta La Scogliera” dove si esibiva il duo “Cistifellea & Cirrosi” che cantava canzoni tradizionali slave e ucraine.
Il menu invece era tutto a base di pesce, si vede che a casa Windsor hanno i soldi e se lo possono permettere.

La bomboniera era una cosa carinissima: un fermacarte a forma di intestino tenue tutto finemente cesellato.
Hanno stile nella patria di Albione.


L’unica nota stonata è stato lo scherzo agli sposi: ho mandato Pitufa a manomettere l’auto degli sposi con carta igienica e preservativi gonfiati a palloncino. Ma quella scemotta di mia nipote si è fatta sgamare dalle guardie di sua maestà la regina che, temendo un attentato, l’hanno arrestata e rinchiusa in catene nella torre di Londra.
Beh, vorrà dire che me ne starò un poco tranquilla adesso che lei si gode il fresco della cella. E io ovviamente ho approfittato della confusione per mettermi in borsetta un po’ di argenteria, giacché le posate che in a casa non sono belle come quelle che c’erano al ristorante e io morivo dall’invidia.

Quella svampita di pitufa si è messa in mezzo alla strada proprio quando gli sposi lasciavano la festa con l'auto. Ma non lo sa che gli inglesi si pregiano di guidare dal lato sbagliato della strada?

Vista l’attuale austerity (come dicono gli inglesi più smaliziati) i due piccioncini si faranno la luna di miele a Barcellona Pozzo Di Gotto, a casa di un’amica che .li ospita sul divano della cucina.
Ma si tratta di un divano comodissimo, sono certa che si troveranno benissimo.

Discintamente Vostra,
Nonna Lola
Si è verificato un errore nel gadget

Nonna Lola

Post più popolari